Sitemap | Contact | Imprint
Audit-AwardLaureati  

Laureati

Laureati 2011

 ImageImage

Näscher, Gamper, Berlakovich, Karlsböck, Präauer, Brunhart                      Kitzsteinhorn (A)

ImageImage

Müssner, Gamper, Karlsböck, Präauer, Pavliha                                           Schnalstal (I)

Fotos: A. Götz/CIPRA, A. Jiricka/pro natura-pro ski

Il 9 Marzo, la fondazione pro natura-pro ski ha, per la seconda volta dal 2009 presso l’XI. Conferenza delle Alpi in Slovenia (Brdo pri Kranju) conferito un riconoscimento per le aree sciistiche che cercano di migliorare i propri standard ambientali in maniera consecutiva. In seguito ad un esame preliminare delle domande pervenute presso la “Universität für Bodenkultur” di Vienna sono state nominate cinque aree. La decisione sull’assegnazione del riconoscimento e del premio in denaro ha attraversato una corte interdisciplinare formata da esperti provenienti da tutti i Paesi alpini. Nella scelta degli esperti è stata posta particolare attenzione al fatto che essi provenissero dalle più disparate discipline per poter valutare diversi aspetti come meteorologia/climatologia, turismo ed economia degli impianti, della bio-Ingegneria, la gestione delle aree sciistiche e la pianificazione territoriale.

Il riconoscimento dovrebbe andare a coloro che operano nel settore sciistico e che cercano di attuare alcuni audit orientati all’ecologia per incoraggiare all’introduzione di innovazioni in ambito della natura, dei paesaggi e nel promuovere la tutela dell’ambiente.

Il riconoscimento è accessibile solo a quelle imprese che contribuiscono costantemente al rispetto delle richieste della natura, paesaggio e ambiente e che lo rendono chiaramente visibile anche agli sciatori. Per tale motivo questo award dovrebbe acquisire maggior importanza per gli sciatori e per gli organizzatori.

L’award è stato annunciato durante l’autunno del 2010 e pubblicato su tutto il territorio delle Alpi. Nella valutazione dei documenti ricevuti sono stati considerati il livello di gestione ambientale, la considerazione dei cambiamenti climatici, la manutenzione permanente delle performance ambientali e la presentazione trasparente dei risultati al pubblico. Per il premio - assegnato ogni due anni - potranno essere elargiti fino a 50.000 Euro di premio in denaro. La suddivisione dei premi in denaro stanziati dalla fondazione pro natura - pro ski sarà ad ogni modo decisa dalla giuria.

LA SCELTA DELLA GIURIA

Delle cinque aree designate, due si sono particolarmente dimostrate degne di nota. Queste ultime sono:

  • L’area sciistica “Kitzsteinhorn” in Austria
  • L’area sciistica “Val Senales”/”Schnalstal” in Italia

Entrambe le aree sono state in grado, tramite programmi a lungo termine, messa in atto di misure ed assumendosi chiare responsabilità nel migliorare le eco compatibilità e fornendo un elevato grado di trasparenza anche al pubblico, di acquisire un elevato livello di credibilità.

Ad ogni modo erano presenti evidenti aspetti critici, ad esempio in termini di trasporto e di energia. La decisione di dare un riconoscimento a due ghiacciai ha portato fondamentalmente ad occuparsi del tema dei ghiacciai ed una possibile segnalazione come effetto di questo award.

Per questo motivo la giuria si è pronunciata a favore della lodevole performance raggiunta dalle due aree, ciascuna delle quali ha ottenuto un premio di 15.000 Euro. Un’altra parte del premio in denaro dovrebbe essere utilizzata da un congresso interdisciplinare, il quale si occuperà del futuro e delle particolari richieste delle aree sciistiche nei ghiacciai.

L’obiettivo è di ottenere l’attenzione pubblica su questo tema e portare ad una discussione equilibrata su di esso. In questo contesto la giuria è stata chiara, le attuali aree sciistiche nei ghiacciai fanno parte di ciò che le Alpi offrono e dunque devono contribuire al loro funzionamento eco compatibile. Nuove espansioni saranno respinte in maniera coerente.

Oltre ai due vincitori assoluti, sono state premiate le seguenti aree grazie ai loro concetti innovativi valutati dalla giuria:

  • L’area sciistica “Hauser Kaibling” (A) per una sostenibile manutenzione estiva dell’area sciistica tramite pascoli.
  • L’area sciistica “See” (A) per la produzione di energia in combinazione con gli impianti di innevamento artificiale.
  • L’area sciistica “Serfaus” (A) per le soluzioni innovative riguardante il traffico e la domotica efficiente in termini di energia.

VALUTAZIONE DEI VINCITORI

A. Kitzsteinhorn (A)

L’area sciistica di Kitzsteinhorn è una delle più grandi aree sciistiche su ghiacciaio delle Alpi ed è situata ad un altezza che va dai 2.000 ai 3.000 metri. Le funivie dei ghiacciai di Kaprun AG hanno implementato, in maniera esemplare, un sistema di gestione integrato con controlli esterni. Dal 2007 essi hanno diritto alla certificazione ISO 14001 come una delle prime aziende delle funivie in Austria. Con tale sistema di gestione la ferrovia di montagna si è impegnata ad effettuare revisioni periodiche dall’esterno ed un continuo miglioramento degli aspetti ambientali definiti.

Positivo, è stato rilevato dalla giuria, il comprovato sostegno da parte di professionisti rinomati come l’Istituto per l’Ecologia di Salisburgo, aiutandolo nella realizzazione dell’inverdimento degli altipiani e nella costruzione di piste con un minimo impatto sul paesaggio. Inoltre sono state lodevolmente menzionate le collaborazioni con la Casa della Natura di Salisburgo e con il Parco Nazionale degli Alti Tauri. Perfino l’alimentazione e lo smaltimento sono stati esemplarmente risolti. Le misure indicative possono essere consultate dagli sciatori attraverso il sito internet. Vi sono significativi ed auspicabili miglioramenti nel settore del traffico e delle energie rinnovabili, anche se erano già presenti approcci per la produzione di energia. Qui sono presenti, a giudizio della giuria, altre aree significativamente più sviluppate. In base alla richiesta, del bando di concorso, di occuparsi dei cambiamenti climatici l’area sciistica di Kitzsteinhorn mostra già una cooperazione con la ricerca. I progetti “Permalp” e “G01 Morexpert” per il controllo di pareti rocciose pericolose hanno a che fare con l’arretramento dei ghiacciai e del permafrost. Dal punto di vista della giuria è stato lodato in maniera accentata, in questo contesto, che come importanti misure di adattamento in alta estate lo sci viene abbandonato e la locazione sul ghiacciaio verrà utilizzata solamente per l’ampliamento “stagionale”.

Essi potrebbero ottenere miglioramenti iniziando a preoccuparsi delle conseguenze a lungo termine dovute al ritrarsi dei ghiacciai, da cui può generarsi una totale scomparsa del ghiacciaio di Kitzsteinhorn prevista nel ventunesimo secolo.

La commercializzazione delle avventure sulla neve invece delle corse estive sugli sci, la gestione ambientale professionale, in particolare presso l’inverdimento delle piste e la manutenzione e l’esemplare cooperazione con i parchi nazionali e con i presidi di ricerca ribadiscono la validità del premio a detta della giuria.

B. Val Senales (I)

Le funivie dei ghiacciai della Val Senales fanno parte, anch’esse delle più grandi aree sciistiche su ghiacciaio. L’area sciistica è situata ad un altezza che va dai 2.000 ai 3.500 metri. Anche quest’area sciistica é dotata di un sistema di gestione dell’ambiente integrato che viene regolarmente controllata da revisori esterni. I risultati della certificazione EMAS per ogni sportivi invernali possono essere visualizzati attraverso il sito internet. Le performance ottenute sull’ambiente, la manutenzione del paesaggio e la tutela del territorio sono lì condivise in modo arricchito e le responsabilità sono regolate in modo chiaro. Il programma per l’ambiente verrà aggiornato e realizzato ogni anno. Anche quest’area mira alla protezione del ghiacciaio stesso attraverso la raccolta delle acque reflue.

Dal punto di vista della giuria gli sforzi attuali in termini di traffico necessitano ancora di miglioramenti, come ad esempio il collegamento stradale di Maso Corto che è ancora molto sollecitato. L’obiettivo dovrebbe essere il seguente, non lasciare che le vie verso gli sport invernali attraversino gli altipiani. Le iniziative già avviate in questo senso sono state accolte favorevolmente. Inoltre la giuria ha favorito a proseguire per quanto riguarda l’utilizzo di energie rinnovabili.

In termini di coinvolgimento sul tema dei cambiamenti climatici sono stati comunque sviluppati concetti e riflessioni che vanno, a giudizio della giuria, tuttora non abbastanza lontano. Verrà consigliato espressamente, di rinunciare a garantire le sciate estive prorogando invece l’apertura per la stagione (primavera - autunno). Per quanto riguarda gli sciatori sensibili al tema dei cambiamenti climatici questo sarebbe importante, dalla maggioranza dei segnali positivi registrati evincono alcuni diversi atteggiamenti sul tema della cautela nei confronti cambiamenti climatici.

Questo comporterebbe, invece di attività di durata annuale, introdurre un maggiore sforzo nella conservazione. Anche questo ghiacciaio è ormai in forte via di scioglimento e nel prossimo decennio sarà fortemente in deteriorato. Inoltre la giuria mira ad una integrazione di Orte Maso Corto ed auspicabilmente delle ferrovie che affluiscono alla Val Senales.

Riassumendo, da parte della giuria, anche queste ferrovie meritano di vincere. La gestione dell’ambiente con certificazione, la pubblicazione dei dati trasparente e le molteplici misure del programma per l’ambiente giustificano questo riconoscimento speciale.

 

Laureati 2009

Due finalisti alla seconda posizione (à 20.000€)

Lech am Arlberg (AT) e Pelvoux/Les Écrins (F)!!

Image

Image

Premiazione dei vincitori, Evian 03/09, Les Lauréats Skilifte Lech (A) e Pelvoux/ Les Écrins (F)

 

AWARD 2006

Con questo primo riconoscimento si intendono premiare le prestazioni pionieristiche e le innovazioni coraggiose nel campo della tutela ambientale.

I vincitori erano tre delle aziende pilota:

  • Aldenboden (CH)
  • Schladming (A) e
  • Oberstdorf (D).

Il conferimento dell premio si è effetuato il 9 novembre 2006, in occasione della Conferenza delle Alpi ed è stato allo stesso tempo l'occasione per presentare al pubblico il premio "pro natura-pro ski".

 

Novità

AWARD 2011 - informazione sui laureati

Ceremonia 9/3/2011 in Slovenia

sulla XI. Conferenza Alpina

candidatura per 2013 a partire di feb. 2012!

download delle documenti di candidatura

Seminario OITAF

alla SAM Grenoble April 2010

see also: www.oitaf.org/

Laureati - Audit-Award09


Ceremonia del premio 12/03/09 a Evian (F)!

Image








 

 

segue >

comunicato stampa segue >